Riparare crepe nella parete

Riparare piccole crepe

Scoprite come procedere e quali materiali utilizzare.

Eliminare una crepa nella parete prima della tinteggiatura

Se siete alle prese con le pulizia di primavera o volete ridipingere ampie superfici, spesso riscontrate piccole ma anche grandi crepe nella parete e sul soffitto. È importante ripararle prima della tinteggiatura. Molti cercano di riempirle semplicemente con parecchio colore in modo da renderle poco appariscenti. Però l’effetto è di breve durata e le crepe rispuntano già dopo un breve periodo. Scoprite qui di seguito come riparare in modo duraturo le crepe nelle pareti. 

Contenuto

Le crepe nelle pareti sono pericolose?

Sia in nuove costruzioni che in vecchi edifici le crepe risultano spesso fastidiose. La causa sta nel fatto che la casa «lavora». Di regola, le piccole crepe sono del tutto innocue. Si fa la distinzione tra crepe dovute alla mano di fondo dell’intonaco e quelle dovute all’intonaco. Le crepe dovute allintonaco sono crepe capillari che riguardano soltanto l’intonaco interno. Spesso non superano i 0.2 millimetri. Le crepe dovute alla mano di fondo invece di regola sono più larghe di 0.2 millimetri e possono indicare un problema nelle fondamenta. Regola generale: se la crepa è più larga di 0.2 millimetri vi consigliamo di consultare per sicurezza un esperto per un esame approfondito. Piccole crepe irregolari non sono motivo di preoccupazione. 

Come si formano le crepe nella parete?

Sono numerose le cause per crepe dell’intonaco interno. Si creano spostamenti singolari con il lieve abbassamento delle pareti - ad esempio in seguito a ristrutturazioni o anche dopo scosse di terremoto.

Più probabile invece che le crepe dell’intonaco interno siano dovute ai materiali sottostanti: il legno si ritira o si dilata - a seconda dell’umidità dell’aria. Altro esempio classico sono le crepe nelle pareti o in punti dove i materiali sono sempre sottoposti a oscillazioni. Come ad esempio nelle scale e sui telai delle porte.

Riparare piccole crepe capillari sull’intonaco interno: ecco come procedere

Le crepe capillari sono crepe piccolissime sull’intonaco interno: nella maggior parte dei casi non sono molto evidenti, rappresentano però comunque un problema ottico - soprattutto se desiderate verniciare direttamente l’intonaco senza prima tappezzare. Per riparare le piccole crepe nella parete, utilizzare una pasta comune da applicare con la spatola. Sulla confezione trovate ulteriori dettagli sulla quantità d'acqua necessaria per preparare la pasta. Inoltre, sono disponibili paste in tubetti già pronte per un impiego veloce.

È importante allargare leggermente la crepa per poter inserire bene la pasta. È consigliato farlo con un cacciavite a taglio. Applicare poi la massa con l’aiuto di una spatola riempendo l’intera crepa. Pulire la pasta in eccesso semplicemente con la spatola. Assicurarsi che la superficie sia possibilmente liscia. Stendere una quantità minima di pasta per non far saltare all’occhio i piccoli ritocchi. Adeguare quindi il punto applicando lo stesso intonaco come sulla restante parete - ad esempio intonaco grezzo. In assenza di un intonaco speciale, potete procedere anche direttamente con la riverniciatura della pasta. 

Riparare crepe su intonaci con acrilico: quando fa senso?

Talvolta non è sufficiente stuccare semplicemente le crepe: quest’ultime si riaprirebbero dopo un determinato periodo. Se si tratta di crepe dovute a oscillazioni o allespansione e al ritiro di materiali, occorre utilizzare una pasta elastica che si adatta ai movimenti. Le paste acriliche e prodotti simili sono disponibili già pronti in cartucce le cui punte sono adatte per applicare la pasta nella crepa. Consiglio: in presenza di una crepa troppo piccola, utilizzare un pennello fine per ripararla. Pulire il materiale in eccesso con una salviettina di carta. Il materiale che lavora è quindi protetto dalla pasta e non si spacca più. Anche in questo caso è importante allargare la crepa prima di riempirla con la pasta acrilica per un intervento più profondo.

Ora è importante scegliere il colore adatto per la tinteggiatura. Anche quest’ultimo deve essere elastico per evitare la formazione di una nuova crepa sopra alla pasta. I colori friabili non sono elastici e quindi poco adatti - ne fanno parte anche i colori minerali. Osservare quindi la scritta sulla confezione e in caso di dubbi è preferibile rivolgersi a un esperto. 

Altri consigli sull’argomento

Disdetta avvenuta.