Elettroutensili più importanti

L'equipaggiamento di base giusto

Quali elettroutensili sono indispensabili? Per saperne di più.

Dotazione di base: quali elettroutensili sono necessari?

C’è bisogno di qualche piccolo ritocco, dovete riverniciare i mobili del giardino, montare un armadio o volete dedicarvi a una ristrutturazione più complessa? In queste situazioni è consigliabile avere subito a portata di mano l’utensile adatto. Vale quindi la pena investire in una buona dotazione di base con elettroutensili potenti e universali. Scoprite quali attrezzi sono indispensabili e come trovare quelli più adatti.

Contenuto

Il trapano - un elettroutensile indispensabile per gli hobbisti

Quando si parla di elettroutensili per hobbisti irrinunciabili, sia i dilettanti che i professionisti sono dello stesso parere: il trapano non deve mancare. Ma quale modello scegliere?

I modelli universali indispensabili tra tutti i trapani sono quelli a percussione e i tassellatori. Mentre gli altri modelli non sono adatti per la lavorazione di materiali duri, il trapano a percussione e il tassellatore riescono a perforare senza problemi addirittura mattoni e lastre di metallo.

Di regola, il tassellatore è l’elettroutensile migliore. Perché rispetto ai trapani a percussione i tassellatori riescono a raggiungere con una minima frequenza di percussione una forza colpo maggiore. Per questo sono più facili da impugnare anche a piena potenza.  I tassellatori sono altrettanto adatti per lavori di scalpellatura. I modelli più potenti riescono a penetrare qualsiasi parete e sono la migliore scelta soprattutto per elementi in pietra e calcestruzzo.

Fare comunque sempre attenzione alla dotazione e allo spettro delle prestazioni. L’apparecchio deve essere dotato di almeno due velocità. Un numero di giri variabile facilita i lavori di serraggio e di piccole forature senza sbavature. Mandrini intercambiabili, apparecchi con funzionamento reversibile e diverse punte amplificano le possibilità d’uso. 

Un must in ogni valigetta porta attrezzi: un buon avvitatore a batteria per hobbisti

Un avvitatore a batteria è utile non soltanto per il montaggio di mobili e elementi. Grazie alle diverse punte, può essere utilizzato per lavori di serraggio e la foratura in materiali più morbidi. Un buon avvitatore a batteria per hobbisti si contraddistingue per una coppia potente e facilmente regolabile. Gli avvitatori con una potenza compresa tra 20 e 30 Newton-metri sono quelli più potenti. Anche la capacità di carico della batteria assume un ruolo importante. Le batterie agli ioni di litio sono quelle che durano più a lungo. Per questo, al momento dell'acquisto di un avvitatore a batteria assicurarsi che la batteria sia di ottima qualità.

Seghetti alternativi e seghe circolari da banco di buona qualità per i professionisti fai-da-te

L’offerta di diverse seghe è grande. È fondamentale scegliere la sega più adatta ai vostri lavori. I seghetti alternativi sono gli elettroutensili più versatili ed efficaci per i lavori di segatura: questi pratici tuttofare facilitano il taglio curvo e di travi spesse. Le lame delicate e la speciale trasmissione permettono di affrontare un’ampia varietà di tagli in legno, metallo e materiale sintetico. Per quanto riguarda le seghe elettriche quello che conta è soprattutto la qualità della trasmissione. Perché gli apparecchi dalla vibrazione eccessiva e che addirittura oscillano ostacolano i tagli a filo.

Se desiderate realizzare da soli i vostri mobili o se pianificate una ristrutturazione del tetto, vi consigliamo l’impiego di una buona sega a mano o di una sega circolare da banco per il fai-da-te. Una copertura in caso di non utilizzo nonché una manutenzione regolare riducono al minimo il rischio di lesioni.

Levigatrici per la vostra collezione di attrezzi

Per levigare, troncare metallo e sgrossare una superficie avete bisogno di una levigatrice. Le smerigliatrici angolari e le levigatrici orbitali appartengono agli elettroutensili più versatili.

I dischi abrasivi rotanti della smerigliatrice angolare vengono azionati tramite una trasmissione ad ingranaggi. I dischi per smerigliare, troncare e sgrossare intercambiabili ampliano le possibilità d’impiego. A seconda del disco, l’utensile permette di lucidare grandi superfici, di rimuovere la ruggine, di tagliare il metallo o di affilare le lame dei coltelli. Vista l’elevata rotazione dei dischi, sono addirittura in grado di dividere lastre in pietra. Gli apparecchi utilizzabili con due mani e dotati di impugnature antiscivolo sono più sicuri e facili da usare.

Per i lavori più delicati, vi consigliamo invece la levigatrice orbitale. Questo elettroutensile rimuove meno materiale e raggiunge anche punti difficilmente accessibili. Viene utilizzata soprattutto per piccole superfici di smerigliatura. 

Utensile multifunzione

Oltre alla loro versatilità, gli elettroutensili multifunzione si contraddistinguono per la maneggevolezza e il peso relativamente ridotto. I professionisti del fai-da-te applicano sul loro corpo macchina un nuovo inserto per poter levigare, fresare, trapanare, avvitare e segare a seconda delle funzioni del modello. L’utensile multifunzione compatto oltre al suo ingombro ridotto offre anche un altro vantaggio:  non occorre acquistare diversi singoli apparecchi ed è quindi possibile risparmiare denaro.

La maggior parte degli utensili multifunzionali è indicata per piccoli progetti e lavori di precisione. Ma anche loro hanno i loro limiti. Non sono adatti per alcuni lavori o la forza motrice non è sufficiente. La costruzione compatta ad esempio risulta essere uno svantaggio per i lavori di foratura. Perché un trapano deve avere un determinato peso per non «sbandare» al momento dell’impiego. 

I migliori attrezzi

Al momento dell'acquisto non trascurare mai la qualità. Solo i migliori elettroutensili durano nel tempo e sono resistenti all’usura anche in caso di impiego frequente. Una scarsa qualità si ripercuote invece sulla sua capacità. Per questo, a lungo termine, conviene l’acquisto di prodotti pregiati e non di modelli più economici.

Un criterio qualitativo importante per gli elettroutensili degli hobbisti è la potenza.

In questo caso, il wattaggio fornisce un ulteriore aiuto. Più è alto, più potente è la forza motrice. Valori bassi contrassegnano spesso macchinari che raggiungono presto il loro limite di carico. Gli accessori in dotazione sono molto indicativi per lo spettro delle prestazioni di un macchinario.

Per l’alimentazione, valutare bene se scegliere un funzionamento a batteria o via cavo. I vantaggi degli apparecchi con funzionamento a batteria sono evidenti: essere indipendenti e flessibili da un allacciamento alla corrente. Inoltre, si ha la libertà di lavorare senza cavo. Un apparecchio scarico non permette però di iniziare i lavori oppure dovete interromperli dopo poco. Sono molto utili macchinari a batteria con indicatori di vari livelli di carica che visualizzano direttamente la restante autonomia.

Per l’uso permanente intenso spesso è consigliabile l’impiego di un elettroutensile alimentato via cavo. Il cavo non deve però essere troppo corto per lasciare spazio sufficiente al lavoro. Le prolunghe con prese multiple sono potenziali fonti di inciampo. Sono ottimali cavi da circa 3 metri.

Date la preferenza a modelli maneggevoli. Questo aspetto è fondamentale soprattutto per l’impiego di elettroutensili taglienti. Scegliere un modello dalle impugnature antiscivolo e dalla forma ergonomica. Per una buona tenuta, sono disponibili anche speciali elettroutensili per mancini. Altrettanto importante per una buona gestione è il peso. I macchinari leggeri permettono di lavorare in modo più preciso gravando meno sui polsi delle mani.

Un rivestimento resistente assicura una lunga durata nel tempo. In questo caso il metallo è più stabile rispetto al materiale sintetico. Per proteggere l’apparecchio costoso dall’usura, occorre conservarlo in modo adatto. Soprattutto motori e punte di precisione sono sensibili all’umidità e agli sbalzi di temperatura. Una cassetta portautensili, un armadio porta attrezzi o lo stoccaggio sicuro in una casetta per attrezzi proteggono dalla polvere e dall’umidità. Per proteggere l’utensile da furti e tenerlo lontano dalla portata dei bambini, è consigliabile conservarlo in una valigetta o in un armadio chiudibile a chiave. In una valigetta speciale è possibile sistemare in modo ordinato anche le diverse testine di levigatura e i dischi di segatura.

Gli indumenti protettivi adatti garantiscono massima sicurezza. Per alcuni elettroutensili è obbligatorio indossare occhiali protettivi, guanti da lavoro o una protezione auricolare. Nelle rispettive istruzioni per l’uso trovate ulteriori indicazioni in merito. 

Disdetta avvenuta.