Coltivare le erbe in casa

Erbe da cucina

Molte piante aromatiche possono essere coltivate anche in casa o sul davanzale della finestra.

Quali erbe possono essere tranquillamente coltivate a casa?

Anche se non si ha un giardino o un balcone, non vuol dire che si debba rinunciare alle erbe fresche. Anche un davanzale è ottimo per coltivare le piantine aromatiche: basta che ci sia luce a sufficienza e una temperatura di almeno 18 gradi. Un davanzale luminoso ed esposto a sud è l’ambiente ideale per far crescere le piantine che richiedono molto sole e che tollerano anche l’aria calda e secca della casa. Aggiungete un ulteriore tocco di freschezza ai vostri piatti con basilicooriganotimo o santoreggia di «vostra produzione». Le piantine aromatiche che richiedono un ambiente più fresco e ombreggiato dovrebbero essere collocate su un davanzale esposto a est, ovest o addirittura a nord. L’erba cipollina, così come il prezzemolo o il cerfoglio non trovano condizioni ottimali in casa e in genere non resistono a lungo. Prediligono un ambiente più fresco e dovrebbero essere coltivate all’esterno.

Contenuto

Erbe aromatiche sul davanzale: come procedere alla semina?

Che si tratti di piantine di vivaio o seminate in prima persona, si consiglia di piantare ogni erba separatamente, per far fronte alle loro diverse esigenze. Se disponete di un vaso grande piantatevi al massimo due o tre diverse erbe aromatiche.

Potete comprare delle erbe piccole e trapiantarle in vasi più grandi. Oppure potete scegliere delle piantine da coltivare voi stessi, utilizzando per esempio le sementi bio. Particolarmente pratici sono i vasi e i contenitori da semina, che si distinguono dai vasi tradizionali per il loro materiale a base di componenti organiche. In questo modo le radici delle piante possono perforarli ed è possibile trapiantare la piantina direttamente con il vaso da semina.

Per la semina, riempi il vaso da semina di terriccio da semina, distribuisci i semi, comprimili e ricoprili di terriccio. Le piante che germogliano con la luce, come l’aneto e il crescione inglese, non devono però essere inserite nella terra. La loro crescita dipende dall’illuminazione. Infine annaffiare leggermente, senza però bagnare troppo! E presto vedrete i primi germogli. Quando le piante saranno cresciute un po’ potranno essere trasferite in un vaso più grande o in un’aiuola.

La frequenza con la quale annaffiarle dipende dalla posizione e dalle piante stesse. Se esposte a sud, può essere necessario annaffiarle una volta al giorno. Se fa freddo, procedere con moderazione, altrimenti rischiano di marcire. Evitate assolutamente i ristagni d’acqua, che non giovano mai alle piante aromatiche.

L'esperto consiglia

Per la coltivazione sul davanzale sono indicati basilico, crescione, citronella, origano, timo, rosmarino, lavanda, aglio, salvia, santoreggia e dragoncello.

Prezzemolo, erba cipollina, cerfoglio e acetosa crescono meglio in giardino che sul davanzale.

Erbe da cucina: cosa c’è da sapere

Basilico

Il basilico predilige un clima caldo e spesso cresce addirittura meglio in casa che in giardino. Questa profumata aromatica necessita di cure costanti e attente e deve essere sempre concimata a sufficienza. Raccogliere le foglie sempre dai rami superiori: in questo modo la pianta potrà continuare a crescere senza che si formino infiorescenze. Come accade a molte erbe aromatiche, infatti, i fiori sottraggono preziosa energia vitale indispensabile alla crescita delle foglie.

Crescione

Il crescione non deve essere seminato nella terra, ma cresce in modo eccellente anche nell’ovatta o nella carta assorbente. Se collocato in una posizione per quanto possibile luminosa, ma comunque al riparo da un’eccessiva esposizione al sole, già nel giro di pochi giorni si potranno vedere spuntare le prime foglioline. Il crescione deve rimanere costantemente umido. La cosa migliore è verificare ogni giorno l’umidità con un dito.

Disdetta avvenuta.