Informazioni attuali e consigli

Siamo ancora aperti per voi. Potete trovare ulteriori informazioni qui. | Il vostro team Coop Edile+Hobby

Siamo ancora aperti per voi. Potete trovare ulteriori informazioni qui. | Il vostro team Coop Edile+Hobby

Piante invernali

Piante invernali

Varietà robuste che sfidano le temperature gelide

Chi ha detto che giardini e balconi in inverno devono apparire tristi e desolati? Esistono alcune piante invernali che si adattano anche alle temperature basse. Tuttavia, non tutte le varietà classificate come «invernali» superano indenni e senza problemi la brutta stagione. Qui di seguito scoprirete cosa bisogna considerare quando si scelgono le piante invernali da giardino e balcone e quali specie sono adatte alle nostre latitudini.

Cosa vuol dire il termine «invernale» riferito alle piante?

Molte piante hanno sviluppato strategie di sopravvivenza per i mesi più freddi. Le piante invernali non sono automaticamente anche sempreverdi. Le latifoglie, per esempio, riescono a superare l’inverno perdendo le foglie. Poiché non devono più trasportare acqua dalle radici alla corona, il gelo non può far loro nulla. Tra i fiori invernali e plurienni rientrano anche tanti Arbusti come la speronella e la peonia. Mentre le parti che crescono fuori dalla terra muoiono, le loro radici sopravvivono nel terreno per germogliare nuovamente in primavera. Molte erbe ornamentali e Bulbi da fiore invernali, per esempio tulipani o narcisi, adottano la stessa strategia. Ma cosa significa con esattezza la denominazione «invernale»?

Una pianta invernale sopravvive al clima rigido dell’inverno nella sua area di diffusione naturale senza misure di protezione aggiuntive. In ogni caso bisogna sempre considerare come sono le condizioni meteo invernali nella zona di provenienza. Per esempio, per le piante originarie dell’area mediterranea o tropicale i mesi invernali nell’Europa Centrale e Settentrionale molto probabilmente sono troppo freddi e troppo umidi. Queste varietà sono sensibili al gelo. Per consentire a fiori come dalie (Dahlia), ibisco (Hibiscus) oppure oleandro (Nerium oleander) di superare indenni la brutta stagione, dovrete prendere le necessarie precauzioni. Queste piante, infatti, non possono svernare all’aperto: potete piantarle in un mastello tuttavia crescono bene in garage, nella tromba delle scale o in Serra. Se una pianta invernale supererà veramente oppure no la stagione fredda senza riportare danni dipende anche dalla posizione geografica e dalla sua provenienza.

Ma ci sono anche altri fattori come la posizione del giardino che influiscono sulla capacità di resistenza delle piante. Il fatto per esempio di trovarsi su un versante meridionale soleggiato o in una conca fa differenza. Quando scegliete le piante o la loro ubicazione dovreste considerare anche il microclima all’interno del giardino. Una pianta può superare più facilmente l’inverno se sistemata vicino al muro caldo del terrazzo piuttosto che in un angolo esposto alle correnti o in un avvallamento dove si incanala l’aria fredda.

Consultare le zone di resistenza invernale per orientarsi

Se volete sapere con esattezza a quali condizioni climatiche sono in grado di resistere le piante invernali, potete consultare le cosiddette zone di resistenza invernale. Una classifica stilata dal Ministero dell’agricoltura degli Stati Uniti (Department of Agriculture, USDA) distingue tra 13 zone: si va dalla zona 1 (regioni polari) alla  zona 13 (Tropici). Le piante assegnate a una determinata zona sopravvivono alle temperature mediamente più fredde dell’anno in quella regione. Per quanto riguarda l’Europa Centrale, le zone più importanti sono quelle dalla 5 alla 8:

  • Pianura piana: 6-7
  • Regione delle Alpi: 5-6
  • Alta montagna: 4-5

Sporadicamente si trovano in Europa Centrale anche regioni dal clima più mite, come le aree intorno al lago di Ginevra e il lago di Costanza. Sono assegnate alla zona di resistenza invernale 8. Soprattutto per le piante legnose, occasionalmente anche per gli arbusti, vengono documentate le rispettive zone di resistenza invernale. Queste informazioni forniscono una prima indicazione su quali piante resistono al clima invernale delle nostre latitudini.

Piante invernali da giardino e da balcone

La maggior parte delle piante invernali appartiene alla famiglia degli arbusti. Tra questi ci sono anche alcune delle cosiddette piante perenni a fiori. Hanno una piena fioritura che dura per diverse settimane, ma non tutto l’anno. Poiché possono svernare all’aperto, queste piante invernali fiorite possono essere messe sia in giardino sia sul balcone. Ecco qualche esempio:

  • Coreopsis grandiflora: con i suoi fiori gialli crea una bella macchia di colore in giardino da giugno a novembre.
  • Valeriana da fiore (Centranthus ruber var. coccineus): da giugno a settembre si ricopre di fiori che sfumano dal rosso chiaro al rosa.
  • Menta coreana (Agastache rugosa): i calici rosso scuro con fiori violetti fioriscono da luglio a ottobre.

Tra le piante invernali presenti alle nostre latitudini si trovano anche l’aubrezia (Aubrieta), la salvia nemorosa (Salvia nemorosa), l’erba gatta (Nepeta cataria) e la valeriana rossa (Centranthus ruber). Poiché le piante hanno necessità differenti in termini di umidità e conformazione del terreno, nel momento in cui decidete dove sistemarle dovreste considerare anche queste loro esigenze – anche per il periodo invernale. State cercando piante invernali per il vostro giardino roccioso? Allora vi consigliamo il muschio rosa (Phlox subulata), la nepetella (Acinos) e la sassifraga (Saxifraga). Echinacea purpurea (Echinacea purpurea), gaillardia (Gaillardia) e la campanula rossa (Heuchera) sono invece più indicate come piante invernali da balcone.

Importante: anche se la denominazione lascia intendere altro, le piante invernali da balcone hanno bisogno di una Protezione invernale. Ciò dipende dal fatto che su un balcone, diversamente che all’aperto, la zolla di terra contenente le radici talvolta gela completamente. Una condizione che la maggior parte delle piante non tollera. Se volete curare in maniera corretta le piante da balcone durante l’inverno, isolate i vasi con carta millebolle o tela per sacchi. Riponendo i vasi su pannelli di legno o polistirolo, li proteggerete dal freddo del pavimento. Per non esporre le piante al vento e alla pioggia, sarebbe meglio metterle il più vicino possibile ai muri di casa. Con un tessuto non tessuto invernale impedirete al sole invernale di far germogliare troppo presto le piante e rischiare così di danneggiare i nuovi germogli a causa del gelo.

Disdetta avvenuta.