Materiale per il terrazzo?

Lastre per terrazze: quali sono i materiali migliori?

Legno, WPC, pietra naturale o cemento: il ventaglio di materiali da poter utilizzare in terrazza è davvero ampio e la scelta, quindi, non sempre è facile. Oltre alle preferenze personali, che naturalmente influiscono sulla scelta, vanno sempre tenuti in considerazione ulteriori fattori quali funzionalità, qualità, aspetto estetico e prezzo. Di seguito ti illustriamo vantaggi e svantaggi dei materiali a disposizione, sperando così di aiutarti nella scelta.

Contenuto

Scelta del materiale per il pavimento della terrazza: doghe o piastrelle?

La scelta della pavimentazione adatta è decisiva per la pianificazione della terrazza. Il materiale selezionato, infatti, influisce direttamente su carattere e aspetto del tuo futuro «salotto» all'aperto. Uno dei quesiti primari è, quindi: doghe o piastrelle? Le doghe dalle tonalità di legno danno una sensazione di calore e sono ideali per chi ama camminare scalzo, però richiedono tanta cura. Le lastre di pietra, al contrario, hanno un effetto cromatico più freddo ma sono molto più semplici da trattare rispetto al legno.

Si potrebbe pensare che la scelta verta sul materiale che più corrisponde ai propri gusti personali. Ma non è esattamente così. Il materiale, oltre a rispecchiare il tuo stile personale, deve essere in armonia anche con l'arredamento della casa. Con il pavimento giusto in terrazza puoi mettere l'accento su alcune caratteristiche di casa tua, modificandone così l'impatto architettonico in modo mirato. Le doghe in legno sulla terrazza possono dare una nota di calore alle case più moderne, mentre una pavimentazione minimal in pietra può dare un po' più di carattere a un'abitazione ormai datata.

Oltre al fattore estetico, per molti il criterio decisivo per la scelta del materiale adatto per la terrazza è il tempo indicativo di realizzazione. Quanti e quali tipi di interventi richiede la tua terrazza? Le posa delle doghe è piuttosto semplice su pavimentazioni già esistenti, mentre per pavimenti in cemento o pietra naturale è necessaria la sostituzione del rivestimento esistente, che richiede molto più tempo e lavoro.

Materiale per terrazza con pavimentazione in legno: doghe in legno classiche o pratica pavimentazione in WPC?

La questione della scelta del materiale migliore per le lastre da terrazza non si riduce soltanto a una decisione tra legno e pietra. Oltre alle classiche doghe in legno, esiste anche la variante della pavimentazione in WPC, disponibile sia sotto forma di piastrelle che di doghe. Il WPC (Wood Polymer Composite) è un materiale artificiale composito costituito da legno e materiale sintetico termoplastico, che mantiene i vantaggi delle rispettive componenti. Che si tratti di doghe da terrazza o piastrelle, il WPC riprende l'effetto ottico caldo del legno, facile da posare, è antischegge, duraturo e non richiede trattamenti con oli specifici o verniciature.

Vantaggi e svantaggi delle doghe in legno naturale in terrazza

Il legno naturale è, per molti, il materiale esteticamente più bello per la pavimentazione della terrazza. È piacevole al tatto, caldo e, ormai, disponibile anche sotto forma di pratiche piastrelle. Il facile sistema a clic permette una semplice posatura delle piastrelle in legno su superfici di varie dimensioni. Le tradizionali doghe per terrazza vanno posate su un rivestimento stabile e fissate con appositi accessori come viti e clip.

Un altro fattore da tenere in considerazione è la scelta della varietà di legno adatta. Qual è il materiale più resistente e quindi migliore per la terrazza? Più il legno è duro, più a lungo rimarrà bello e resistente. Rovere o faggio, per esempio, sono adatti all'uso esterno, ma trattandosi di varietà di legno particolarmente pregiate sono di conseguenza anche più costose. I legni teneri come douglasie o pino sono più economici e, se trattati termicamente o impregnati, risultano più resistenti. Tieni presente, però, che il legno va trattato regolarmente con un olio specifico per mantenere il suo bell'aspetto nel tempo.

I vantaggi di utilizzare il legno naturale:

  • aspetto caldo e naturale
  • piacevole al tatto
  • ampia scelta in quanto a caratteristiche, qualità e prezzo

Rispetto al WPC, le doghe in legno presentano anche qualche svantaggio:

  • cura piuttosto impegnativa con apposito olio per legno
  • scivolose se molto bagnate
  • non antischegge

Vantaggi e svantaggi del WPC

Le piastrelle in WPC sono lastre fissate su appositi traversini d'appoggio. Questi sono dotati di occhielli per la posa, che segue un procedimento analogo a quello per il laminato a incastro e avviene tramite un sistema di ancoraggio semplice e veloce. Le piastrelle in WPC sono un'alternativa esteticamente bella, economica e di facile cura per la pavimentazione esterna. Tuttavia, vanno posate su rivestimenti piani e completamente asciutti. Se esposte all'umidità per un periodo di tempo eccessivo, le piastrelle in WPC sono soggette alla formazione di muffa e al conseguente deterioramento.

Di base, le doghe in WPC sono molto simili alle classiche doghe in legno, l'unica differenza è che sono notevolmente più facili da curare e più resistenti grazie alla percentuale di materiale sintetico che contengono. Ecco, in sintesi, tutti i vantaggi di questo materiale:

  • facile da lavorare e posare
  • resistente ai raggi UV e alle intemperie
  • di facile cura e duraturo
  • ottimo per camminare a piedi nudi e antiscivolo
  • disponibile in molte tonalità di legno
  • antischegge 

Il WPC in terrazza può avere anche qualche svantaggio:

  • se non trattato correttamente, può sbiadire leggermente con il passare del tempo
  • non è adatto alla posa su qualsiasi tipo di supporto

Doghe per terrazze: che materiale usare per una terrazza in pietra?

Se la pavimentazione in legno o WPC della terrazza non fa per te, puoi optare per delle piastrelle in pietra. Anche in questo caso, puoi scegliere tra vari tipi di materiale:

  • la pietra naturale è la variante più semplice e sobria. Conferisce alla tua terrazza un aspetto elegante e mediterraneo, è particolarmente solida, resistente al gelo e facile da curare. Essendo un prodotto naturale, con il tempo il colore può subire delle variazioni: ciò può rivelarsi un problema, soprattutto se si vuole acquistare lo stesso tipo di lastra in un secondo momento.
  • Il cemento è più economico della pietra naturale e molto duraturo. Inoltre, è resistente al gelo, facile da curare e disponibile in diversi design. Ma dal punto di vista puramente estetico ha un effetto ottico più piatto e «triste» rispetto alla pietra naturale.
  • Le piastrelle in ceramica, infine, donano alla terrazza un tocco mediterraneo e sono estremamente resistenti, non sbiadiscono e difficilmente diventano ruvide. In più, sono resistenti allo sporco e facili da pulire. La loro posa, tuttavia, risulta più laboriosa e richiede buone abilità tecniche e attrezzi da lavoro adeguati.

Indipendentemente dalla variante scelta, le piastrelle in pietra sono durature e resistenti alle intemperie. Si tratta quindi di un materiale particolarmente adatto da utilizzare in terrazza. Infine, puoi optare naturalmente anche per una pavimentazione mista, che include piastrelle in pietra e doghe in legno.

 

Disdetta avvenuta.