Stand Up Paddling

Uno sport di tendenza:
lo Stand Up Paddling

Che cos'è lo Stand Up Paddling?

Di grande tendenza, lo Stand Up Paddling, detto anche SUP, è molto amato anche in Svizzera: bastano infatti una tavola simile a quella da surf e una pagaia per remare su quasi tutte le superfici d'acqua senza dover aspettare l'onda perfetta! E non solo è divertente, ma permette anche di allenare molti muscoli e di migliorare l'equilibrio. Ecco qualche consiglio utile per chi vuole praticare lo Stand Up Paddling.

Stand Up Paddling: che cos'è e come si fa

Il principio dello Stand Up Paddling è molto semplice: si pratica in piedi, sopra una tavola simile a quella utilizzata per il surf ma di dimensioni superiori, «remando» grazie ad una pagaia. Per avanzare non servono quindi né onde né una vela, e per questo si può fare praticamente su tutte le superfici d'acqua che abbiano una profondità superiore a 30 cm, la lunghezza della pinna che si trova sotto la tavola. È uno sport per persone di tutte le età e di tutti i livelli di allenamento, ed è proprio questa versatilità a renderlo così popolare.

Come è nato lo Stand Up Paddling

Sono diverse le teorie sull'origine di questo sport: certo è che in Polinesia, per esempio, i pescatori utilizzavano già molto tempo fa le loro canoe remando in piedi, e ancora oggi in Asia si usano zattere di bambù monoposto che vengono fatte avanzare con bastoni o pagaie. Un'altra teoria è quella che vede nascere lo Stand Up Paddling alle Hawaii, nel XI secolo, dall'abitudine dei maestri di surf di pagaiare sulla tavola per muoversi più velocemente tra la barriera corallina e la riva e tenere così meglio d'occhio i loro allievi.

Tuttavia, lo Stand Up Paddling si sviluppa come sport autonomo solo negli anni 2000, quando gli atleti si rendono conto dei vantaggi di non dipendere dal vento e dalle onde. Inizialmente era praticato su normali tavole da surf, le cosiddette longboard o tandem, ora invece esistono diversi modelli di tavole appositamente studiate per questa disciplina. Molto apprezzata è anche la combinazione di surf e pagaiata, che permette di avanzare più velocemente.

Quali muscoli si allenano remando in piedi?

Lo Stand Up Paddling non soltanto è un modo eccellente per ammirare dall'acqua il paesaggio circostante, ma allo stesso tempo è uno sport acquatico che permette un allenamento efficace di tutto il corpo. Per mantenere l'equilibrio sullo specchio d'acqua, infatti, è necessario attivare tutti i muscoli: si rafforzano quindi braccia e gambe, ma anche tutta la muscolatura profonda della schiena, dell'addome e della parte superiore del corpo. Scivolando lentamente sull'acqua, anche i principianti potranno svolgere un allenamento «soft» che stabilizza le articolazioni dei piedi e ginocchia.

Per un approccio più energico, basta pagaiare più velocemente. In ambito agonistico esistono addirittura gare di SUP! La variante del SUP Surfing si può praticare in presenza di onde o acque mosse. Insomma, non importa quale tipo di Stand Up Paddling si preferisce: è davvero uno sport che ravviva il corpo e la mente. Pensate che viene addirittura praticato a scopo riabilitativo.

Stand Up Paddling: cosa serve

Non c'è bisogno di molto per iniziare, sono sufficienti una tavola e una pagaia. In caso di freddo si consiglia di indossare una muta protettiva e scarpe di neoprene. Non tutte le tavole sono uguali: ne esistono diverse, ciascuna adatta a specifiche esigenze, peso e capacità.

La tavola da SUP

La tavola da Stand Up Paddling è più grande di una tavola da surf tradizionale. In commercio esistono modelli con lunghezze comprese tra 1,80 e 4,00 metri e occorre inoltre distinguere tra tavole rigide e gonfiabili; queste ultime sono più facili da trasportare e da riporre, ma ovviamente non rigide quanto le prime. È importante che la tavola offra una spinta sufficiente per trasportare l'atleta, compreso il suo abbigliamento. La maggior parte delle tavole da SUP ha un volume compreso tra 100 e 250 litri e ve ne sono diverse a seconda del tipo di acqua. In acque mosse, ad esempio, la tavola deve essere il più possibile maneggevole, mentre in acque ferme la stabilità è la caratteristica principale.

La pagaia (paddle)

Ci sono modelli diversi anche per le pagaie: la maggior parte è composta da una struttura in alluminio e da una pala in plastica, ma ne esistono anche in legno o in bambù. Particolarmente sofisticate sono quelle in vetrofibra o speciale materiale sintetico temperato. Il bastone della pagaia dovrebbe essere alto approssimativamente quanto la persona, in modo che la pala sporga oltre la testa. Più lunga è la pagaia, più profondi e potenti saranno gli affondi e, di conseguenza, maggiore la velocità di avanzamento. Molti modelli sono regolabili in lunghezza.

Stand Up Paddling: le regole

La cosa più importante di questo sport è sicuramente la tecnica giusta, che tuttavia è molto semplice da imparare in tutte le sue fasi.

  • Giubbotto salvagente: chi pratica il SUP a oltre 300 metri dalla riva di un lago o su un fiume, deve avere con sé un giubbotto salvagente. Anche se non è prescritto indossarlo, è comunque consigliabile. Gli Stand up paddle non deve necessariamente riportare un contrassegno (codice identificativo dei natanti)
  • Salire sulla tavola: è la prima piccola difficoltà per chi comincia. Il modo migliore per mantenere l'equilibrio è stare in piedi al centro della tavola; si può inoltre cominciare pagaiando per un po' in ginocchio, in modo da familiarizzare con la tavola.
  • Mettersi in piedi: quando ci si sente un po' più sicuri è il momento di alzarsi: tenete in piedi paralleli, aperti alla larghezza delle spalle. Deve essere una posizione naturale che vi permetta di mantenere l'equilibrio, aiutandovi anche con la pagaia.
  • Impugnare la pagaia: la pala è leggermente curva ed è importante impugnarla bene a seconda del movimento, con la curvatura all'indietro se si desidera avanzare, girandola al contrario per frenare.
  • Avanzare: basta immergere la pala nell'acqua, tirarla all'indietro lentamente mantenendola vicino alla tavola. All'incirca all'altezza dei piedi, estrarla a pelo d’acqua, riportarla in avanti e immergerla nuovamente. È importante tenere le braccia distese durante l'intero movimento. Per avanzare, cambiare lato ogni cinque pagaiate circa.
  • Curvare: per curvare verso sinistra, pagaiare sulla destra e viceversa. Ruotare il busto nella direzione desiderata e tirare la pagaia attraverso l'acqua formando un arco.
  • Rispettare le regole del traffico: a seconda di dove vi trovate, intorno a voi ci saranno persone che praticano altri sport acquatici, barche o navi. State sempre attenti al traffico. In acqua, come in strada, vale la regola della precedenza a destra!

Stand Up Paddling per principianti: come iniziare

Non servono requisiti particolari, l'unica cosa importante è saper nuotare. Oltre a questo, non è necessario essere particolarmente sportivi o avere competenze specifiche. La cosa migliore è imparare con un esperto, cercate un circolo in cui praticare SUP nella vostra zona e iscrivetevi: lo Stand Up Paddling è uno sport perfetto per tutta la famiglia!

Informazioni sulle tavole gonfiabili Jilong SUP (stand up paddle)

 

1

Prima di ogni utilizzo controllare la valvola della tavola gonfiabile SUP. La valvola è fissata nella struttura con una filettatura che può allentarsi in caso di differenze di temperatura.

2

Per effettuare questa operazione, occorre dapprima allentare il tappo della valvola in modo da poterlo posizionare correttamente con la chiave della valvola in dotazione.

 

3

Per serrare nuovamente la valvola, inserire la chiave della valvola completamente nella dentatura e serrare la valvola con movimenti a scatti in senso orario.

4

Il clip di regolazione della pagaia può essere fissato tramite le viti. Quando è aperto, la vite può essere svitata o serrata a mano. Il clip non deve essere troppo serrato.

5

Spesso la pagaia viene utilizzata in modo sbagliato. La pagaia va tenuta nel senso giusto, leggermente inclinata in avanti, in modo da assicurare una buona spinta.

Leggere sempre le istruzioni per l'uso ed effettuare i relativi lavori di manutenzione e cura. Ricordarsi di proteggere le tavole gonfiabili SUP da oggetti appuntiti.

Numero del Servizio clienti

In caso di domande sull'uso o su un danno a una tavola Jilong SUP, potete sempre chiamare il numero del servizio dopovendita.

+41 079 477 73 78

 

Sempre al passo con la nostra newsletter

Con la nostra newsletter sarai sempre aggiornato sulle offerte attuali e su diversi temi interessanti quali giardino, casa e hobby.

Il tuo vantaggio: fr. 10.– di sconto di benvenuto!

verso l'alto

Disdetta avvenuta.